powered by FreeFind

Suore
Ancelle della Carità di Santa Maria Crocifissa Di Rosa


Via Moretto, 33
25122 BRESCIA  
Tel. 030 3772581   
Fax 030 292084   

Inviaci un E-Mail
La fondazione

L’Istituto nasce fin dal 1836, anche se è consuetudine riferirsi all’avvio formale del 1840. Paola Di Rosa stessa delinea l’origine e lo sviluppo della fondazione: ” Il nostro Istituto ebbe origine nell’anno 1836 quando il Colera Morbus desolò la nostra Brescia. Non erasi ancor presentato il flagello alle porte della città nostra quando una giovane signora concepì e palesò ad alcune sue amiche il desiderio di assistere i colerosi quando avvenisse il bisogno” (Archivio Casa Madre Brescia, Paola Di Rosa alla S. Congregazione dei Vescovi – Roma, Brescia 11.03.1847)
La giovane signora è Paola: sua è l’intuizione di carità.
Negli anni immediatamente successivi al colera, ella – mentre conduce iniziative caritative su diversi fronti: emarginati, fanciulle sordomute, ragazze a rischio, donne disagiate e sfruttate - matura con le sue compagne una scelta più definita: curare le ammalate nell’ospedale cittadino.

Relazioni significative: sostegno e influssi reciproci

Paola convoglia mezzi e idee verso l’ospedale anche grazie al sostegno di mons. Faustino Pinzoni (1779-1848), suo primo direttore spirituale ed estensore con lei del primo statuto delle Ancelle della Carità.
Costui già in passato aveva prospettato l’idea di una società di infermieri, favorendo un’iniziativa simile a quella femminile ora in atto, ma allora solo parzialmente riuscita.
L’autorevolezza spirituale di don Pinzoni nei confronti di Paola, unita all’accortezza da lui abilmente esperita in campo socio-assistenziale, eserciterà sempre più da vicino un notevole influsso sulla nascente istituzione.

Relazioni amicali: condivisione di ideali e di risorse

È proprio per la mediazione dello stesso Pinzoni che Paola incontra la nobile Gabriella Echenos Bornati (1798-1844) fin dal ’36 nel Lazzaretto. Un passato di dolore e di donazione tempra in Gabriella un carattere mite e una finissima capacità di conoscere e accostare i cuori.
Paola, anche nelle successive iniziative, sarà sempre con questa sua “compagna di carità”. La loro amicizia, nata tra le corsie del Lazzaretto, prosegue dunque, riservata e profonda, grazie alla nobiltà e all’affinità che interiormente le accomuna nel libero vincolo della carità, per completarsi poi, alla luce della medesima guida spirituale, don Pinzoni, in una comunione di vita.
Al momento della fondazione, 18 maggio 1840, alcune delle prime compagne seguono Paola all’interno dell’opera in una forma di totale dedizione, altre in una forma di adesione morale e rappresentativa: Paola e Gabriella sono elette, rispettivamente, da Pinzoni, l’una Superiora e l’altra Vicaria della nascente comunità.

Piano di riforma ospedaliera: progetto ed esecuzione

Nell’agosto ’39 il progetto di fondazione è strutturalmente e concordemente già abbozzato tra il padre, Clemente Di Rosa, don Pinzoni, Paola e le sue compagne.
In data 26 agosto 1839 viene indirizzata all’Imperial Regia Delegazione Provinciale di Brescia un’Istanza in cui si espone il piano della Pia Unione, sottoscritta da Paola Rosa e dalle componenti il gruppo: G. E. Bornati, Carolina Botteghi Cuneo, Maria Nicolini, Aurelia Petrobelli Di Rosa, Teresa Balucanti VSalotti, Teresa Longhena: “dedicarsi all’assistenza delle povere inferme che vengono accolte in questo Spedale e ciò per sorvegliare personalmente in quanto è relativo al bene spirituale e corporale”.
Chiarite alcune forti divergenze con la Direzione, il piano viene approvato e, il 18 maggio 1840, 32 Ancelle entrano in servizio presso l’Ospedale.
Si tratta di un servizio che si configura nuovo nella sua modalità: esso, in forma sistematica, intende “procurare un trattamento dei malati completo di assistenza infermieristica, di sostentamento, di pulizia e ogni servizio, di accompagnamento umano e spirituale”. Paola affida alle sue Ancelle, e perciò tali le chiama e non suore, la totalità del servizio: è un’esperienza nuova che non ha in quegli anni nessun punto di riferimento: è intuizione e invenzione di Paola.


NEWS


Festa di S. Maria Crocifissa
Brescia, 15 dicembre 2015
Dettagli >>


Il silenzio dell'invidioso fa molto rumore
Convegno, Casa Sant'Antonio 2 giugno 2015
Dettagli >>


La Grande Guerra:il coraggio e la forza delle donne
Le Ancelle della Carità nella grande guerra
Dettagli >>


ARCHIVIO NEWS

Mappa del sito