powered by FreeFind

Suore
Ancelle della Carità di Santa Maria Crocifissa Di Rosa


Via Moretto, 33
25122 BRESCIA  
Tel. 030 3772581   
Fax 030 292084   

Inviaci un E-Mail
La missione ecuadoriana


Ispirate dal Vangelo:

“Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”. (Mt 28, 19-20)

Le Ancelle della Carità fanno eco al sentire di Santa Maria Crocifissa:

“A me molte volte vien il pensiero. Chi sa –dico a me stessa – che il Signore non ci voglia in Lombardia, ma in altra parte del mondo ove sorge e fa progressi la fede?” Paola Di Rosa a Teresa Camplani 6.X.1843

E si aprono alla missione universale…

Fondazione della comunità di Paloquemado 1985

Le Ancelle della Carità sono arrivate in Ecuador il 14 dicembre 1984 e il 15 di marzo 1985 sono state ricevute dalla popolazione di Paloquemado. In Ecuador, stabilendosi a Paloquemado,hanno fatto la scelta dei più poveri. Paloquemado è stato il ‘libro aperto sul quale viene letto il dolore e le afflizioni di un popolo’. È lì dove ‘il dolore non ha parole, ma lamenti’. La missione delle Ancelle della Carità sgorga dallo spirito della Fondatrice, cioè il carisma della Carità a favore dei bambini, dei giovani, dei malati, dei più poveri. Le Ancelle hanno assunto il compito dell’evangelizzazione nell’organizzazione di scelte pastorali: sanità, lavoro con le donne, pastorale giovanile, pastorale della famiglia, inoltre, opere di promozione sociale con lo sviluppo di attività tendenti alla formazione e alla crescita della consapevolezza dell’autogestione e della corresponsabilità nell’organizzazione e nello sviluppo del popolo. Sono 7 popolazioni disperse e isolate che gravitano intorno a Paloquemado: San Pablo de la Plata, Las Praderas, Las Minas, El Mirador-La Florida, Santa Rosa, El Cristal e Sarapullo.

 

Fondazione della comunità di La Gatazo 1987

La straordinarietà dell’azione missionaria a Paloquemado aveva segnato il cuore delle
Ancelle e aveva attirato l’arrivo di altre sorelle. La testimonianza delle Ancelle aveva suscitato nelle giovani il desiderio della vita religiosa; loro avevano ‘letto’ sul libro aperto della contemplazione e donazione delle Ancelle e si lasciarono contagiare dalla parola del Vangelo.
Allora, era arrivato il momento di preoccuparsi della promozione vocazionale. La nuova situazione obbliga a riorganizzare il lavoro missionario per ampliarlo, indirizzando la scelta per il quartiere La Gatazo, nella periferia di Quito, capitale dell’Ecuador che offriva condizioni adeguate per la formazione delle future religiose ecuadoregne. La comunità di La Gatazo è stata aperta il 15 dicembre 1987.
Lo scopo della Congregazione è “costruire comunità religiose aperte e solidali”, questo significa aprire le porte della comunità per attendere le provocazioni della vita nelle sue mancanze e impossibilità, per l’educazione al dialogo e alla preghiera, le attività religiose comunitarie, la collaborazione solidale, l’accoglienza ai bambini, ai giovani e adulti che desiderano conoscere la vita religiosa; cioè essere parte del conglomerato umano, intraprendere la formazione di missionari laici ecc.
La comunità assume le responsabilità parrocchiali di evangelizzazione e la gestione delle attività pastorali del quartiere.

Fondazione della comunità di La Yaguachi 1989

Il 1 gennaio 1989 è stata aperta la comunità di La Yaguachi con il desiderio di mantenere un rapporto diretto tra giovani formande e la realtà sociale, impellente del luogo, che servisse per la loro preparazione e l’adeguato impegno dell’evangelizzazione. Le Ancelle assumono la pastorale sanitaria, la pastorale delle donne aprendosi verso luoghi della periferia di Quito: Cima de la Libertad, Atacazo, Cano e altri intorno al vulcano Pichincha; queste sono popolazioni di origine contadina, indigena, meticcia, emigrate in città, carenti di servizi di base, che ancora vivono escluse del sistema politico. La Congregazione ha ricevuto la donazione generosa di una Casa a San Raffaelo – Quito, destinata a essere Centro di Formazione e di raccoglimento spirituale.


Comunità di Esmeraldas

Accogliendo la domanda del Vicariato di Esmeraldas le Ancelle sono arrivate in questa località nel gennaio del 2006 per estendere il carisma della carità a una nuova cultura, perché, partecipe di questo dono, possa fiorire a suo tempo. Nel dinamismo della carità oggi seguono specificamente donne, bambini e lavorano nel campo della salute: promuovono un programma nutrizionale per le donne gravide e per i piccoli fino a tre anni e sono presenti in un piccolo centro medico, prestando servizi basilari. Accompagnano le ragazze madri, attraverso la formazione umana e cristiana; inoltre appoggiano un lavoro di micro-fabbrica, confezionando abiti sportivi con la finalità di promuovere la dignità della persona, offrendo un sostentamento economico e affettivo alle loro famiglie. Aiutano a riconoscere il valore della donna, la sua dignità, la stima per essa, favorendo la sua crescita come persona. Sostengono un Centro di educazione infantile per figli di madri in prigione, offrendo il pranzo il doposcuola, la ricreazione, e verso sera li accompagnano a “casa”: la prigione. Si dedicano all’evangelizzazione i cui destinatari sono i bambini, i giovani, gli adulti.

Le giovani religiose…!

Con gioia e speranza le giovani camminano in un processo di formazione umana e religiosa prendendo consapevolezza che il ‘carisma unifica e fortifica l’albero dell’Istituto’, che il vincolo tra le Ancelle e il popolo è la carità. La carità è la missione dell’Istituto. L’Ancella della Carità nel cuore della Chiesa e dell’umanità per il dono dello Spirito si “vende alla carità”, si consacra a Dio rivelato in Gesù Cristo, amato e adorato nel mistero della Croce e dell’Eucaristia fonti di comunione e contemplazione, per servire nella missione come Maria Vergine prima Serva del Signore.
NEWS


Festa di S. Maria Crocifissa
Brescia, 15 dicembre 2015
Dettagli >>


Il silenzio dell'invidioso fa molto rumore
Convegno, Casa Sant'Antonio 2 giugno 2015
Dettagli >>


La Grande Guerra:il coraggio e la forza delle donne
Le Ancelle della Carità nella grande guerra
Dettagli >>


ARCHIVIO NEWS

Mappa del sito