powered by FreeFind

Suore
Ancelle della Carità di Santa Maria Crocifissa Di Rosa


Via Moretto, 33
25122 BRESCIA  
Tel. 030 3772581   
Fax 030 292084   

Inviaci un E-Mail

Le Ancelle della Carità in Sanità

Si confrontano quotidianamente con le parole di Gesù:
“ Ero infermo e mi avete visitato “ Mt 25,36

E vengono sollecitate nel loro operare dall’esempio dalla S.M.Fondatrice :
“ Riterrete ben ferma nel cuor vostro la grande verità, che siccome le vostre ammalate tengono il luogo di Gesù Cristo vostro Sposo, così esse sono le vostre padrone e voi le loro Ancelle.” ( Cost. 1851 )
Il carisma di carità e lo slancio apostolico ereditato da Paola Di Rosa si inseriscono in uno dei filoni più vitali e fecondi dell’impegno assistenziale della Chiesa dell’800.
Il servizio degli ammalati non è semplicemente un impegno di ordine sociale, non è soltanto il frutto di una sensibilità umana che cerca di sopperire alla mancanza di strutture pubbliche: è soprattutto il frutto della risposta a una chiamata, è il modo con il quale il legame e lo sguardo su Cristo che sostengono l’impegno della Fondatrice e delle sue Figlie, si fa ogni giorno reale e concreto nei bisogni e nelle sofferenze che esse incontrano continuamente, perché “il primo dei loro doveri è quello di amare teneramente le ammalate riconoscendo in esse con viva fede la persona adorabile del caro Salvatore Gesù Cristo” ( Costituzioni 1851 )

E’ su questa scia luminosa che le Ancelle di oggi si pongono, nella vasta area della gratuità cristiana , per stare accanto al malato nei vari ambiti umani: Case di Cura per acuti, Case di Cura per riabilitazione lungodegenza e hospice.
Qui viene esercitata la nostra missione caritativa in favore di quanti soffrono attraverso Istituzioni sempre più aggiornate e rispondenti ai bisogni della popolazione in cui si trova inserita con uno stile di vita che sa tendere la mano per rassicurare, lenire guarire od accompagnare ogni tipo di infermità secondo i principi dell’etica e della morale cristiana.


Alcuni spazi del nostro ministero...


Pastorale Sanitaria

Il momento della sofferenza interpella, è motivo di dubbio, è sintesi di una vita di fede, è approdo ad una realtà magari sconosciuta, talvolta inesplorata o non coltivata, ovunque si trovi, in qualunque situazione l’uomo può esprimere la propria fede religiosa. La Chiesa si fa presente negli ambienti in cui l’uomo soffre, in cui l’uomo viene curato, per essere segno di vicinanza, per percorrere insieme un tratto più o meno lungo di cammino: in ospedali, case di riposo per anziani, hospice, ecc., l’assistenza religiosa è uno “stare accanto” che si pone come parte integrante dell’attività sanitaria.


Cappellania Azienda Ospedaliera S. Maria della Misericordia Udine

Nell’Azienda Ospedaliera S. Maria della Misericordia di Udine dall’ottobre 2000 è stata eretta la Cappellania “Santa Maria della Misericordia” che segna il passaggio da un’assistenza spirituale frammentaria ad una visione di pastorale sanitaria che intende rispondere alle nuove esigenze ed agli interrogativi posti alla Chiesa. Alcuni numeri: le strutture sanitarie che compongono la Cappellania sono 11, con oltre 2000 tra malati e anziani degenti e oltre 5000 operatori, la squadra di Assistenti religiosi chiamata a realizzare gli obiettivi pastorali è composta da 8 sacerdoti (sia a tempo pieno che a tempo parziale), due diaconi, diverse religiose (otto suore Ancelle della Carità, sei suore della Provvidenza ed una Figlia della Carità di San Vincenzo dé Paoli) a servizio parziale o totale alla Cappellania. La Cappellania di Udine, nell’ottica di una presenza più efficace, ha ritenuto opportuno investire buona parte delle forze a disposizione per la formazione degli operatori e la creazione di reti di comunione e collaborazione tra le diverse strutture della città e fra le diverse categorie professionali nonché con altre realtà ed organismi.

Cappellania Spedali Civili Brescia

Nel 50° anniversario di consacrazione della chiesa Spedali Civili, il 15 settembre 2004, il Vescovo della diocesi di Brescia Sua Ecc.za Rev.ma mons. Giulio Sanguineti, benedice l’inizio della Cappellania Ospedaliera e conferisce il mandato agli operatori pastorali. Costoro dedicano in modo continuativo parte del loro tempo al servizio degli ammalati e di tutta la comunità ospedaliera come multiforme espressione della presenza della Chiesa nel tempo della sofferenza. Cinque padri Francescani minori, che già operavano come cappellani, e cinque suore Ancelle della Carità, che come assistenti spirituali li affiancano, insieme ad alcuni laici volontari, esercitano il ministero della consolazione e testimoniano la carità fraterna nelle molteplici espressioni dell’aiuto umano e nelle diverse realtà presenti nel grande ospedale cittadino. Le suore Ancelle della Carità continuano così a testimoniare negli Spedali Civili, pur con un ruolo diverso, il carisma di carità di S. Maria Crocifissa.

Comunità Nuova Genesi

La Comunità Nuova Genesi è nata a Brescia nel 1989 per iniziativa delle Suore Ancelle della Carità e di un gruppo di volontari da tempo impegnati ad accompagnare le persone colpite dalla sindrome da Immunodeficienza Acquisita (AIDS), in un momento assai delicato, data l'emergenza sanitaria e assistenziale e la carenza di cure efficaci. La sede originaria era in via Moretto, 16A; dal 1992 è stata trasferita in un apposito stabile in via Lazzaretto, 1. Preoccupazione fondamentale è stata fin dall'inizio quella di accogliere tutti coloro che, nella fase di malattia conclamata, non potevano più svolgere la loro normale attività e soprattutto richiedevano, al momento dell'uscita dall'ospedale una assistenza continuativa. Molti inoltre provenivano da svariate situazioni di disagio, sia per l'emarginazione conseguente allo stigma determinato dalla malattia, sia per scelte di vita precedenti. Anche se nel corso degli anni la ricerca scientifica ha fatto enormi progressi, la malattia non è stata debellata e le sue conseguenze sono ancora per molti un lungo percorso contrassegnato da limiti fisici e angosce esistenziali. La comunità intende offrire anzitutto un ambiente di vita, in cui l'ospite incontra sia un'assistenza infermieristica specializzata, in stretta coordinazione con l'Unità di Malattie Infettive dell'Ospedale Civile di Brescia, sia la cura delle relazioni e lo stimolo a elaborare e sviluppare percorsi personalizzati per il ricupero dell'autonomia e l'eventuale reinserimento nel proprio contesto sociale. In continuità con il percorso avviato da Santa Maria Crocifissa, anche la Comunità Nuova Genesi vuole testimoniare con umiltà e fedeltà l'amore di Dio per ogni uomo e donna che soffre: a sostenerci è l'esempio del suo Figlio che ha camminato risanando e confortando ammalati e afflitti; a illuminarci è la certezza che in Lui la notte del dolore e della sofferenza è rischiarata dalla luce della risurrezione.

NEWS


Festa di S. Maria Crocifissa
Brescia, 15 dicembre 2015
Dettagli >>


Il silenzio dell'invidioso fa molto rumore
Convegno, Casa Sant'Antonio 2 giugno 2015
Dettagli >>


La Grande Guerra:il coraggio e la forza delle donne
Le Ancelle della Carità nella grande guerra
Dettagli >>


ARCHIVIO NEWS

Mappa del sito